logo


Il silenzio dei media arabi in seguito alle informazioni sui piani degli Stati del Golfo per la normalizzazione con Israele suggerisce che abbiano solide basi[...]
Aerei, navi e bombe di precisione. Ma anche un sofisticato sistema radar anti-missile. Donald Trump si appresta a vendere queste armi all’Arabia Saudita, prima tappa del tour[...]
Riyadh ha annunciato la futura capitalizzazione della compagnia di Stato, sintomo del profondo mutamento in atto nell'economia e nella politica del paese[...]
Intervista a Ibrahim Sharif, leader del partito socialista Waad: chiediamo democrazia, libertà, uguaglianza tra sunniti e sciiti. Ma il mondo non fa nulla per aiutarci[...]
Ieri all’Onu fallito l’ennesimo tentativo di accordo tra Russia e Usa. Il governo siriano annuncia la controffensiva sulla città dove le strategie militari sono specchio degli int[...]
La definitiva distruzione della Siria, la sua dipendenza dall'esterno, l'appoggio incondizionato della Ue anche di fronte ad abusi dei diritti umani[...]
Nonostante il conflitto, il business dei rifugiati resta in piedi: nel 2015 in 200mila tra somali ed etiopi hanno raggiunto le coste meridionali del Paese [...]
Intervista ad Ali al-Ahmed, analista saudita e fondatore del Gulf Institute: “I Saud vivono una profonda crisi. Tentano di risollevarsi accendendo lo scontro artificiale sunniti-sc[...]
Il mondo applaude gli Emirati, fautori di un nuovo pacchetto di norme contro le frodi nei contratti di lavoro. Mistero su come i migranti potranno impugnare il contratto o rivolger[...]
Il Ministero degli Esteri si difende dalle critiche per la mancata accoglienza: “In 4 anni abbiamo aperto le porte a 2,5 milioni di profughi dalla Siria”. Numeri ben poco credibili[...]