logo


Il premier ha fatto retromarcia dopo il suo rientro a Beirut. La crisi libanese non è terminata ma sembra attenuarsi. Hezbollah eviterà lo scontro nonostante le pesanti accuse[...]
Lavoro minorile, matrimoni precoci e difficoltà ad accedere all'istruzione: sono due milioni i minori siriani che nel loro paese e in quelli vicini non vanno a scuola[...]
Il discorso di ieri del premier/ex premier confonde ancora di più il popolo libanese. La Lega Araba abbraccia la narrativa saudita: confrontare l’Iran generando il caos[...]
La domanda più importante è: i sauditi sono pronti a impegnarsi in una guerra lunga e stancante nel Paese dei Cedri? Riyadh non sembra avere il sostegno necessario[...]
Il leader di Hezbollah rompe il silenzio e accusa la monarchia Saud di spingere Israele ad attaccare il Libano. Resta il mistero intorno al premier libanese Hariri che resta a Riya[...]
Regna il mistero intorno al premier libanese Hariri, che è anche cittadino saudita, fermo a Riyadh da una settimana e forse rimasto coinvolto nella maxi retata di presunti corrotti[...]
Stampa e politica si interrogano sull'uscita di scena a sorpresa del premier. Il presidente Aoun, vicino a Hezbollah, chiarisce: "Non le accetterò se non saranno presentate a Beiru[...]
“Annuncio le mie dimissioni dal ruolo di primo ministro”, ha dichiarato a sorpresa. Hariri  era giunto ieri in Arabia Saudita per la sua seconda visita in meno di una s[...]
Washington colpisce il movimento sciita perché sostenuto dall'Iran ma a soffrire è tutta l'economia libanese. Intanto uno "scoop" di una Ong Usa parla di finanziamenti a Hezbollah [...]
Per il ministro della difesa israeliano ormai l'esercito libanese è parte della milizia del movimento sciita Hezbollah, quindi un obiettivo da colpire in una futura guerra. Beirut:[...]