logo


Due mesi dopo essere ritornata nell’Unione Africana, Rabat ha chiesto venerdì l’esclusione della Repubblica democratica araba dei Sahrawi (Sadr) da un summit continentale tra i min[...]
Dopo cinque mesi d’impasse politica, il neo premier islamista el-Othmani (Pjd) ha annunciato sabato una coalizione governativa con altri cinque partiti. Venerdì, intanto, il Consig[...]
Espressione artistica che caratterizza i contesti dominati dai conflitti sociali, viene utilizzata dagli artisti mediorientali per incidere sulla realtà trasformando l'esperienza d[...]
Dopo l'intervento dell’Onu, Rabat ha deciso di lasciare la zona, terra di nessuno per il Marocco, territorio liberato per il Fronte Polisario[...]
Da oggi la conversione ad una religione diversa dall'Islam non è più considerata reato punibile con la pena capitale. Una rivoluzione sociale e politica[...]
La Corte di giustizia europea ha annullato le precedenti sentenze che riconoscevano l'applicazione dell'accordo di liberalizzazione tra Rabat e Bruxelles anche ai territori del Sah[...]
Nonostante la resistenza di alcuni stati, ad Addis Abeba il 28esimo summit dell’organismo africano ha stabilito il ritorno “in famiglia” di Rabat[...]
Ogni 6 novembre il Marocco commemora la Marcia Verde. Celebrata come missione sacra di reintegrazione territoriale, è in realtà l’esordio dei soprusi ai danni del popolo sahrawi[...]
Continuano le proteste per la morte del venditore di pesce e il re corre ai ripari: arrestati 11 sospetti. Ma le disuguaglianze socio-economiche spezzano il Marocco in due[...]
Il Sahara Occidentale è riconosciuto dalle Nazioni Unite dal 1964 come territorio da decolonizzare confermemente alla Risoluzione 1514 del 1960. Nel novembre 1975, con la Marcia V[...]