logo


Da oggi la conversione ad una religione diversa dall'Islam non è più considerata reato punibile con la pena capitale. Una rivoluzione sociale e politica[...]
La Corte di giustizia europea ha annullato le precedenti sentenze che riconoscevano l'applicazione dell'accordo di liberalizzazione tra Rabat e Bruxelles anche ai territori del Sah[...]
Nonostante la resistenza di alcuni stati, ad Addis Abeba il 28esimo summit dell’organismo africano ha stabilito il ritorno “in famiglia” di Rabat[...]
Ogni 6 novembre il Marocco commemora la Marcia Verde. Celebrata come missione sacra di reintegrazione territoriale, è in realtà l’esordio dei soprusi ai danni del popolo sahrawi[...]
Continuano le proteste per la morte del venditore di pesce e il re corre ai ripari: arrestati 11 sospetti. Ma le disuguaglianze socio-economiche spezzano il Marocco in due[...]
Il Sahara Occidentale è riconosciuto dalle Nazioni Unite dal 1964 come territorio da decolonizzare confermemente alla Risoluzione 1514 del 1960. Nel novembre 1975, con la Marcia V[...]
Il leader islamista del PJD – che ha ottenuto più voti nelle elezioni parlamentari di venerdì scorso – dovrà formare una coalizione per poter avere la maggioranza assoluta (198 seg[...]
Il Pjd si riconferma primo partito con 99 seggi, ma i liberali del Pam avanzano. Scarsa affluenza dettata dalla rassegnazione e la scarsa fiducia della popolazione[...]
Sedici milioni di marocchini votano oggi per il rinnovo del Parlamento per la prima volta da quando è al potere il partito islamista Pjd. I liberali del Pam chiedono lo stop all[...]
Il Forum Femminile delle Voci del Sahara e l’Equipe Media Branch, giornalisti e attivisti sahrawi hanno denunciato le azioni repressive delle autorità marocchine sul loro territori[...]