logo


Ennesimo massacro a Sana’a, vittime donne e bambini. L’Iran propone la tregua, ma Riyadh (e ora Washington) ha bisogno di mantenere alto il livello dello scontro[...]
Gli Emirati Arabi Uniti, insieme ai Paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo appaiono in una fase di riassestamento del proprio posizionamento mediorientale. In questo senso v[...]
Il governo yemenita, in risposta alla strage di civili del 29 gennaio e al Muslim Ban, sospende l’autorizzazione a condurre azioni via terra all’esercito statunitense[...]
L'intervento militare saudita si è rivelato un boomerang. I ribelli sciiti Houthi resistono e ora sono in grado di raggiungere con i loro missili persino Riyadh[...]
Più di 111.500 migranti sbarcati sulle coste dello Yemen lo scorso anno e circa 100.000 nel 2015. Di questi, circa il 20% sono minori non accompagnati di Federica Iezzi Roma, 2 feb[...]
Il conflitto prosegue mentre l’intermittente convocazione del tavolo di trattative non si riesce a produrre alcuna soluzione credibile. I bombardamenti sauditi non cessano e [...]
Rapporto di Save the Children: mille minori muoiono ogni settimana per malnutrizione. Londra ammette l’uso da parte saudita delle sue bombe a grappolo[...]
L’ombra del neo presidente Usa: il governo yemenita rifiuta il piano di tregua del segretario di Stato. Mosca dice di aver preso contatti con il tycoon e Assad lo definisce potenzi[...]
Il segretario di Stato uscente Kerry annuncia il cessate il fuoco tra coalizione a guida saudita e ribelli Houthi, ma il governo yemenita si tira fuori. Potrebbe però essere costre[...]
La nuova road map prevede la deposizione del principale alleato saudita a favore di un governo di unità. Ma la guerra prosegue[...]