logo


Nonostante la lunga assenza dalla scena politica regionale a causa dell'ictus che lo aveva colpito nel dicembre 2012, Talabani continuava ad essere una figura centrale[...]
Non ci sono dubbi sul fatto che la maggior parte dei kurdi voglia l'indipendenza. Ma di che tipo? Se costruisci uno Stato dove i principi democratici sono minati, ti ritrovi con un[...]
Intervista a Kamal Chomani, analista al Tahrir Institute: «Non ci saranno invasioni. Il Kurdistan vive degli scambi con i paesi vicini: se Turchia e Iran chiudono i confini, il ref[...]
Secondo i risultati provvisori, il “Sì” è al 93%. Baghdad: “Non dialogheremo con i curdi”. Il parlamento iracheno vota per il dispiegamento di soldati vicino alle aree controllate [...]
La città multietnica e ricchissima di greggio è lo specchio delle tensioni interne all’Iraq. Dopo l’arabizzazione di Saddam e la kurdizzazione di Erbil, si prepara alle conseguenze[...]
Stanno votando in queste ore le province amministrate da Erbil, 5,2 milioni di persone, residenti anche nelle zone contese, da Mosul a Kirkuk. L’Iran chiude lo spazio aereo[...]
Hayat Tahrir al-Sham ha ieri lanciato un ampio attacco contro le truppe dell’esercito siriano. A fianco dei jihadisti ci sono anche i “moderati” dell’Esercito siriano libero. Tensi[...]
Il voto referendario è fissato per il prossimo fine settimana. L’opposizione delle forze internazionali potrebbe però portare ad un rinvio o alla cancellazione[...]
Il massimo tribunale del Paese ha stabilito oggi che il voto referendario è “incostituzionale”. Il premier al-Abadi coglie la palla al volo e chiede alle autorità del Kurdistan di [...]
Mentre il governo di Baghdad riprende le città sotto il controllo del Califfato, il referendum sull'indipendenza del Kurdistan iracheno pone interrogativi per il futuro unitario de[...]