logo


No secco dei parlamentari al referendum del 25 settembre nel Kurdistan iracheno. Ma Erbil tira dritto e con il suo presidente Barzani annuncia la legittimità del voto anche nella c[...]
Rapimenti, esecuzioni e gas: così lo Stato Islamico "difende" la sua roccaforte. Baghdad smentisce il Pentagono: nessun accordo con la Turchia. La Russia accusa gli Usa: bombardato[...]
Il rapporto tra curdi e la città è molto antico e ancora oggi la comunità potrebbe ricoprire un ruolo rilevante per il suo futuro. Le strade intraprese dai gruppi curdi sono, però,[...]
La crisi economica ha significativamente diminuito le ambizioni indipendentiste, mentre le richieste sociali e politiche di rivolgersi a Baghdad crescono[...]
Nel processo di ridefinizione delle alleanze e dei confini dell'area la variabile curda avrà un ruolo di primo piano. La componente iraniana, in questo senso, sembra cercare nuovi [...]
Mentre il presidente Barzani ripropone ambizioni di indipendenza, la popolazione soffre per taglio dei salari e rottura con Baghdad. Che cerca di ricucire[...]
Da un anno la città, negli anni '80 sottoposta ad una vasta campagna di “arabizzazione” da parte del presidente iracheno Saddam Hussein, sta vivendo una nuova “pulizia etnica” al c[...]
Il Presidente Barzani cerca di mantenere saldo il proprio potere mentre le opposizioni scendono in piazza e i movimenti curdo-turchi e curdo-siriani guadagnano sempre maggiore legi[...]
Prime Minister Ahmet Davutoglu signaled Turkey’s intentions of switching diplomatic tracks during his Baghdad visit. Zülfikar Doğan   al-Monitor Roma, 25 novembre 2014, Nena [...]
Il governo Netanyahu spera in una nuova stagione di rapporti speciali con i curdi iracheni. Le forniture di greggio sono solo l'inizio.[...]