logo


Duemila persone hanno raggiunto ieri il centro di Beirut per protestare contro le recenti decisioni del governo Hariri in campo economico. Il premier prova (invano) a calmare gli a[...]
Le difficoltà dell'alleato saudita nella regione hanno costretto il premier al dialogo. Una larga coalizione dove forte è il peso del movimento sciita[...]
Intervista a Francesco Mazzucoteli, docente di storia del vicino oriente all’Università di Pavia sul ruolo del “Partito di Dio” nel nuovo esecutivo libanese[...]
L’annuncio è arrivato nella serata di ieri. L’esecutivo, presieduto dal leader del Movimento Futuro, è composto da 30 ministri appartenenti a tutte le forze politiche dell’Assemble[...]
L’esecutivo potrebbe avere 24 ministri distribuiti tra le varie forze dell’Assemblea Nazionale. Ma l’unità è solo apparente: i contrasti tra i vari partiti sono soltanto posticipat[...]
L’ex generale cristiano, stretto alleato del movimento sciita, è stato eletto in tarda mattinata capo dello stato. A favorirlo la svolta del leader sunnita Saad Hariri. Un pa[...]
La clamorosa decisione presa dall'ex premier sunnita dovrebbe portare, finalmente, all’elezione del presidente della repubblica libanese nella prossima seduta parlamentare del 31 o[...]
After Badreddine’s killing, we may never know if the 2005 death of Lebanese prime minister Rafiq Hariri marked the start of Saudi Arabia’s efforts to destroy Bashar al-Assad and th[...]
Solo il Libano e l'Iraq si sono astenuti, l'Algeria ha espresso "riserve". La risoluzione approfondisce la frattura tra i Paesi arabi e tra sunniti e sciiti. E potrebbe aprire la s[...]
L'annuncio di Riyad di non finanziare più una fornitura di armi francesi ha rinnovato lo scontro tra i due schieramenti politici rivali libanesi: il coordinamento "8 marzo" filo-si[...]