logo


Cacciato un anno fa dalle proteste di piazza, ritorna il già tre volte primo ministro vicino ai sauditi. Ok da Stati Uniti e Onu. Inascoltato il movimento popolare [...]
Sabato Beirut e altre città libanesi hanno celebrato il primo anniversario dall'inizio della mobilitazione popolare iniziata il 17 ottobre 2019. Le richieste sono le stesse[...]
Banque du Liban. Riad Salameh e Rafik Hariri artefici di politiche neoliberiste che hanno impoverito e indebitato il paese dei cedri che ora vive una grave crisi economica e finanz[...]
In assenza di un'inchiesta definitiva che dia una risposta all'esplosione del 4 agosto scorso, oggi il presidente Aoun attende il via libera del parlamento alla nomina di Mustapha [...]
Tribunale speciale per il Libano. La sentenza di ieri giunge dopo anni di interferenze esterne volte a coinvolgere e condannare in ogni caso Hezbollah e Siria più che ad individuar[...]
Nei giorni scorsi sono riprese in Libano, soprattutto nel nord del Paese, le manifestazioni popolari contro corruzione, crisi economica e carovita, che avevano occupato le strade d[...]
L’ex ministro dell’istruzione è stato sostenuto ieri dal blocco Hezbollah, ma non da quello che fa capo all’ex premier Hariri che ha già fatto sapere che non farà parte del nuovo e[...]
Il nome dell'ex premier è riemerso domenica quando l'imprenditore Samir Khatib ha ritirato la sua candidatura. Decisivo il Gran Mufti del Libano, Sheikh Abdul Latif Derian, che si [...]
L'imprenditore si dice pronto a guidare il Libano se riceverà i sostegni necessari. Intanto le proteste popolari contro corruzione e carovita continuano. Nelle strade aumentano gli[...]
In un discorso televisivo il premier annuncia che presenterà le sue dimissioni al Capo di Stato Aoun. In piazza a Beirut, intanto, sostenitori dei partiti sciiti Amal e Hezbollah d[...]