logo


Nella consueta rubrica del sabato, la denuncia di Human Rights Watch sulle espulsioni arbitrarie verso il Niger del governo algerino. Andremo anche in Guinea Conakry [...]
Ridotta in appello la condanna ma cambia poco: il reporter, in prigione dal 7 marzo, è punito per aver coperto le manifestazioni degli studenti contro il regime algerino[...]
La nostra rubrica sul continente africano vi porta anche alle Mauritius dove continua la perdita di petrolio dalla nave cisterna giapponese MV Wakashio arenatasi nell’area due sett[...]
Malgrado l’enfasi data alla notizia, la morte un mese fa di Droukdel non comporterà uno spostamento significativo dell’equilibrio di potere, né un indebolimento dei gru[...]
Dopo un intero anno di protesta il movimento algerino è costretto a lasciare le strade, ma la mobilitazione continua insieme a rivendicazioni rese più urgenti dall'epidemia[...]
Il 2019 è stato segnato dallo scoppio di proteste popolari in Nord Africa e Medio Oriente, dall'Algeria al Sudan, dal Libano all'Iraq. In prima fila ci sono le donne[...]
Nella tradizionale rubrica del sabato il rilascio di alcuni noti attivisti da parte delle autorità algerine e la nuova detenzione del cantante ugandese candidato presidente[...]
Nel numero di maggio-agosto, la rivista racconta i legami tra le lotte sociali e di base dal '68 a oggi. Un quadro delle rivoluzioni per la decolonizzazione fisica e culturale[...]
Il rilascio degli arrestati è diventata una richiesta centrale del movimento di protesta contro il "clan" al potere in una situazione in cui sta scomparendo la divisione dei poteri[...]
Il presidente ad interim va in tv a spingere per il voto. Gli algerini tornano oggi in piazza per il 16esimo venerdì consecutivo per chiedere le dimissioni sue e del clan di Boutef[...]