logo


Il 17 aprile alla testa di circa tremila detenuti di Fatah, darà inizio a uno sciopero della fame. Ma è anche una contestazione dei vertici del suo partito[...]
Le violenze tra i miliziani di Bilal Badr (vicini ad al-Qa’eda) e Fatah, iniziati venerdì, hanno provocato finora l’uccisione di 8 persone. 35 i feriti. Fallito domenica sera un te[...]
Il leader palestinese ha aperto, come voleva, un canale di comunicazione con la nuova amministrazione Usa ma l'invito a Washington non lo rafforza[...]
Un nuovo impianto di desalinizzazione è stato inaugurato nei giorni scorsi, ma la crisi idrica non dà segni di cedimento e continua a colpire le famiglie palestinesi[...]
La dichiarazione di Mosca figlia della pressione regionale e globale. Ma un’unità reale richiede un serio impegno nel ristrutturare e reinventare il sistema politico palestinese[...]
I rappresentanti delle due parti, e di altre forze politiche, sono rimasti riuniti per tre giorni a Mosca. Le intese prevedono la convocazione del Consiglio Nazionale Palestinese c[...]
Il 2016, in Palestina, si è caratterizzato per la lotta dei prigionieri contro la “detenzione amministrativa” (senza processo), per la rinnovata cooperazione di sicurez[...]
Un tribunale di Ramallah condanna il leader in esilio a 3 anni di reclusione, ma sorgono sospetti su una regia di Abu Mazen per allontanare il rivale[...]
The newly elected members of Fatah’s Central Committee failed to appoint a vice president, as controversy surrounds imprisoned leader Marwan Barghouti, who received the highest num[...]
In esclusiva le foto del campo profughi a Sidone, teatro nella notte di duri scontri tra il partito palestinese e il gruppo di Bilal al-Bader[...]