logo



Scrittori arabi ed europei ricordano Wael Zuaiter, l’intellettuale palestinese ucciso a Roma nel 1972  che tentava di far conoscere la causa del suo popolo quando questa ancora era ignota e incompresa

wael zuaiter
di Cristina Micalusi

Roma, 1 maggio 2015, Nena News - Questo libro raccoglie testimonianze e annotazioni di vari autori che hanno conosciuto direttamente l’uomo che ha dato la sua vita per la Palestina ed è riuscito a sfiorare la coscienza del mondo intero: Wael Zuaiter. Rappresentante della lotta palestinese, Zuaiter ha incarnato l’immagine del rivoluzionario che combatte per la dignità umana, per la riconquista dei diritti usurpati.
Ha vissuto l’esilio come milioni di palestinesi in tutto il mondo, sempre rifiutando questo stato momentaneo, ma quasi permanente, lottando affinché tale realtà di esiliato avesse fine.

Ha cercato di far conoscere la cultura e  la storia della sua Palestina a decine di intellettuali, artisti e letterati fino a quando, il 16 ottobre del 1972, è stato ucciso in un agguato dei servizi segreti israeliani. Omicidio rimasto tutt’ora impunito dopo oltre quarant’anni, nonostante il rinvio a giudizio di otto componenti del Mossad.

Considerato dagli israeliani un terrorista, o peggio un antisemita, Wael Zuaiter era semplicemente un intellettuale a cui stava a cuore la causa di liberazione nazionale. Scriveva, analizzava, capiva e parlava con altri intellettuali affinché l’opinione pubblica straniera, e in particolare quella italiana, avesse una visione oggettiva di chi fossero gli arabi e i palestinesi. Cercava di creare una corrente positiva per il suo popolo in un periodo in cui la causa palestinese era ancora incompresa e del tutto nuova ai più.

Ma i poteri di tutte le nazioni sanno che gli intellettuali sono più pericolosi dei guerriglieri. Così la guerra che Israele ha scatenato contro i palestinesi per attuare il sogno sionista della Grande Israele ebraica, ha fatto languire l’impegno culturale e ha zittito le voci di intellettuali per sfociare unicamente nella lotta con armi e kamikaze.

Wael Zuaiter è stato ucciso perché intellettuale, certo non tutti i pensatori vengono eliminati dal nemico, ma Wael Zuaiter era per di più palestinese. Nena News

Titolo: Per Un Palestinese. Dediche a più voci a Wael Zuaiter
A cura di Janet Venn-Brown
Prospettiva Edizioni

Print Friendly

  1. Pingback: LIBRO – Per un palestinese. Dediche a più voci a Wael Zuaiter - VoxPopuli.org

Leave a Reply

*


otto − = 7

captcha *