logo


Dopo i massacri di lunedì sera a Baghdad e Muqdadiya, a pagare per gli attacchi dell’Isis sono le comunità sunnite: le milizie sciite incendiano moschee, case e negozi e giustizian[...]
L'aspirazione di riscatto della minoranza sciita mediorientale mette a rischio antichi equilibri. Riyadh apre lo scontro per salvare un futuro di monopolio della regione.[...]
L’esercito governativo, sostenuto dalle tribù e dalle milizie sciite, entra nel centro del capoluogo di Anbar. Una città strategica per l’unità del paese.[...]
Ampia controffensiva governativa sul capoluogo dell’Anbar dove la popolazione sunnita è ostaggio dell’Isis: si muore di fame e delle brutalità degli islamisti.[...]
Sin dalla sua fondazione, il regno saudita ha potuto contare sulla stabilità garantita dall'alleanza con gli Stati Uniti e sulla lealtà incondizionata dei suoi sudditi diretta dal[...]
Oltre 150mila combattenti, locali e stranieri, gestiti dall’Iran. Con la supervisione russa: a operare sarebbe una cellula di coordinamento iraniana, siriana e russa a Baghda[...]
Il ministro degli esteri Adel al Jubeir ieri ha descritto come un pellegrinaggio religioso il recente arrivo a Riyadh dei vertici del movimento islamico palestinese. Intanto tra g[...]
Il programma di addestramento non parte perché il governo non manda i soldati, ha detto ieri la Casa Bianca. Ma a mancare è una strategia militare e il coinvolgimento sunnita.[...]
Secondo le testimonianze raccolte dal portale Middle East Eye, migliaia di miliziani sunniti si sono già uniti alle fazioni armate sciite che combattono nelle zone a maggioranza su[...]
Nuovi dati sugli sfollati: 3 milioni di iracheni sono rifugiati. L’aviazione governativa bombarda Fallujah, la città che si sollevò contro il premier Maliki, e uccide solo civili. [...]