logo


Ramallah, 21 agosto 2015, Nena News – “Il diritto al ritorno per i profughi è un elemento che unifica tutto il popolo palestinese, che supera le barriere e le divisioni[...]
Il deficit di 101 milioni di dollari nel budget dell’Unrwa, l’agenzia dell’Onu che assiste i rifugiati palestinesi, mette in pericolo l’inizio dell’an[...]
Al via dal 18 agosto le missioni in Libano, Cisgiordania e Giordania da tre luoghi simbolo, tre campi palestinesi, per ricordare che l’occupazione ha generato un esodo forzato del [...]
Centinaia di migliaia di rifugiati hanno passato la frontiera libico-tunisina per sfuggire alla guerra della Nato nel 2011. Nel campo di Choucha, chiuso nel 2013, vivono ancora dei[...]
L'Egitto è punto di partenza ed arrivo per molti migranti. I mutamenti politici degli ultimi anni hanno fortemente condizionato queste dinamiche di migrazione[...]
Quasi 4 milioni di profughi siriani e 2,7 milioni di iracheni. Alcuni salgono sui barconi, ma la maggior parte scappa nei paesi vicini.[...]
L’auspicio è che il campo di battaglia in cui è si trasformato Yarmouk spinga non pochi a porsi una domanda fondamentale: ma quei palestinesi cosa ci fanno in Siria? [...]
Colpisce duro l’inverno in Libano, il quarto per centinaia di migliaia di siriani rifugiati nel Paese dei Cedri, soprattutto dopo il passaggio della tempesta Zina (chiamata H[...]
Diario di viaggio della staffetta italiana per Kobane: a sud della Turchia sono i comuni curdi ad accogliere le migliaia di profughi arrivati da Siria e Iraq. [...]
Di fatto sono apolidi e quella di un apolide è una vita senza nazionalità, senza cittadinanza, senza i documenti di base che garantiscono i diritti accordati a tutti gli altri. [...]