logo


Il Parlamento, di cui Nidaa Tounis possiede la maggioranza relativa, ha nominato come primo ministro Habib Essid, funzionario di spicco del ministero dell'Interno nell'era di Ben A[...]
A due giorni dal ballottaggio, un gruppo affiliato allo Stato Islamico rivendica l’omicidio di Belaid e Brahmi e promette nuovi attacchi. [...]
In vantaggio, seppur non assoluto, il leader del partito laico Nidaa Tounis Beji Caid Essebsi, esponente del vecchio regime e vincitore delle elezioni parlamentari. Segue il presid[...]
Circa cinque milioni di tunisini sono chiamati alle urne, domenica, per scegliere il nuovo Parlamento e nelle liste troveranno molte vecchie conoscenze. Gli ex uomini del regime sf[...]
Nel silenzio generale dei media, nel Paese sta ritornando il vecchio regime. Intanto il governo “tecnico” di Mehdi Jomaa incassa il “consenso” imposto dall’estero per firmare accor[...]
Condannato in contumacia il deposto Presidente, ma il verdetto del Tribunale militare di Tunisi assolve la violenza del regime durante i giorni della “rivoluzione dei gelsomini”. L[...]
La legge 52 garantisce a Stato e polizia i mezzi per la repressione, che colpisce soprattutto i quartieri popolari. La voce dei rapper e dei blogger contro il proibizionismo.[...]
Il presidente Marzouki ha revocato lo stato di emergenza in vigore da tre anni. Oggi scarcerato il 29enne Jabeur Mejri, condannato a sette anni di prigione per una caricatura di Ma[...]