logo


Mentre il presidente Barzani ripropone ambizioni di indipendenza, la popolazione soffre per taglio dei salari e rottura con Baghdad. Che cerca di ricucire[...]
Dopo i massacri di lunedì sera a Baghdad e Muqdadiya, a pagare per gli attacchi dell’Isis sono le comunità sunnite: le milizie sciite incendiano moschee, case e negozi e giustizian[...]
La guerra e le minacce dei jihadisti non hanno fermato gli sciiti diretti in pellegrinaggio a Karbala, prima vietato da Saddam. Sono oltre due milioni, dice la stampa locale[...]
In Siria si negozia, seppur con veti incrociati. In Iraq no: nessuno mette una pezza ai settarismi interni. Sunniti, sciiti e kurdi vogliono separarsi, rischiando di far vincere i [...]
Da un anno la città, negli anni '80 sottoposta ad una vasta campagna di “arabizzazione” da parte del presidente iracheno Saddam Hussein, sta vivendo una nuova “pulizia etnica” al c[...]
Il ministro degli Esteri iracheno al-Jafari sostiene che i servizi di intelligence sapessero di imminenti attacchi nella capitale francese e lo avessero comunicato all'Eliseo. Inta[...]
Lunedì il parlamento all’unanimità ha votato per impedire al premier di portare avanti le riforme da solo. Dietro il fantasma dell’ex al-Maliki e delle autorità parallele allo Stat[...]
Da un mese Baghdad, Karbala, Nassiriya, Bassora, Najaf scendono in piazza per chiedere la radicale trasformazione del sistema istituzionale iracheno, corrotto, settario e inefficie[...]
Nuovi dati sugli sfollati: 3 milioni di iracheni sono rifugiati. L’aviazione governativa bombarda Fallujah, la città che si sollevò contro il premier Maliki, e uccide solo civili. [...]
Il giornale on line Rudaw di Erbil, che cita il Comitato per la sicurezza di Baghdad, scrive che solo il 5 per cento delle forze sciite sono state inviate a Ramadi caduta nelle man[...]