logo


Despite the high hopes of the opposition, Turkish Prime Minister Recep Tayyip Erdogan is likely to survive the Soma disaster without any significant political loss. Pinar Tremblay [...]
Due morti in due giorni. Si allunga la lista delle vittime per mano della polizia. A pagare il prezzo più alto sono le minoranze del Paese. di Serena Tarabini Istanbul, 24 maggio 2[...]
Resta alta la tensione nel Paese, dove ieri un proiettile vagante ha ucciso un trentenne durante gli scontri tra manifestanti antigovernativi e polizia. Ad Agosto le presidenziali:[...]
Turkish Prime Minister Recep Tayyip Erdogan’s disastrous response to the Soma mining tragedy reflects a narrow and defensive approach to politics. Henri Barkey  Al-Monitor Roma, 20[...]
Oltre 300 i minatori morti nella miniera di Soma. E nel Paese infuriano le polemiche: se documenti e studi annunciavano le inadeguate condizioni di sicurezza della miniera, perché [...]
Il Paese si è infiammato in nome della giustizia e dei diritti dei lavoratori, mentre il premier Erdogan ha minimizzato l’accaduto. Ma il massacro di minatori è il risultato,[...]
Mentre a Londra si è discusso degli aiuti all’opposizione, sul campo si sta consumando uno scontro sanguinoso tra le diverse fazioni ribelli. Intanto, il Paese si prepara alle pres[...]
La confederazione dei sindacati “Kesk” accusa il governo per la morte di 282 lavoratori. Ieri presa a calci l’auto del premier che si è  dovuto rifugiare in un supermercato.   AGGI[...]
Il bilancio continua a salire. L’accusa di un minatore: “Nessuna sicurezza a Soma”. Il Ministero: “Ispezione compiuta due mesi fa”. Le opposizioni attaccano Erdogan perché bocciò l[...]
Lunedì sera il Tribunale di Istanbul ha dato ragione agli attivisti che avevano chiesto l’annullamento del “progetto per la pedonalizzazione di Piazza Taksim” che prevedeva l[...]