logo


Quella del pescatore è una professione che non ha più futuro nel Paese dei Cedri. E così, scrive l’antropologa Maria Luisa Colli, «per molti giovani uomini e donne, il mare sembrer[...]
L’intesa è stata ratificata ieri dal governo riconosciuto internazionalmente di Tripoli. Prevede cessate il fuoco e formazione di una forza di sicurezza congiunta nella capitale[...]
Intervistato da Le Figaro, il presidente della repubblica libanese difende il partito di Dio e punta il dito contro “le ingerenze straniere”, in particolar mondo quella di Tel Aviv[...]
Trentotto siriani e palestinesi tratti in salvo dalla Marina libanese ma un bimbo del campo profughi di Nahr al Bared, a Tripoli, è annegato. Cipro cerca accordo con Beirut[...]
Reportage dalla capitale più liberal del mondo arabo: «Nuove tasse, prezzi alti, turisti che non arrivano come prima: sono questi i problemi che ci occupano la mente»[...]
Oggi nei campi profughi palestinesi di Sabra e Chatila si è commemorato il massacro, quando le milizie falangiste libanesi coperte dall'esercito israeliano uccisero migliaia di civ[...]
I profughi palestinesi nel Paese dei cedri non si arrendono agli attacchi di Trump e Netanyahu all'Unrwa e al diritto al ritorno[...]
Parla Mirca Garuti, a capo della delegazione italiana del Comitato per non dimenticare Sabra e Shatila, in visita in questi giorni in Libano[...]
Sono trascorsi 36 anni dall’eccidio nei campi profughi palestinesi Sabra e Chatila. Dal 2000 ogni settembre il Comitato fondato da Stefano Chiarini torna in Libano, per non dimenti[...]
Tra il 16 e il 18 settembre 1982 le milizie falangiste libanesi, protette dall'esercito israeliano, massacrarono migliaia di palestinesi nei due campi profughi libanesi[...]