logo


Decisivo l'appoggio del Golfo e del nuovo "consiglio popolare di transizione" capitanato dai partiti della sua vecchia maggioranza e benedetto dall'Onu. Due capitali per due govern[...]
Partiti yemeniti decidono di formare un consiglio di transizione parallelo al parlamento che coinvolga settori della società prima esclusi. No comment dagli Houthi.[...]
Il Consiglio di Cooperazione del Golfo, insoddisfatto per la debole risposta delle Nazioni Unite alla crisi in corso a Sanaa, minacciano di agire per conto proprio. Prevista per me[...]
L'allarme dato dalle ambasciate americana, britannica e francese per l'"instabilità" in aumento nel paese. Paura anche per un'ex cellula di al Qaeda che vuole affiliarsi all'Isis[...]
Sempre tesa la situazione del più povero Paese del Medio Oriente, teatro di uno scontro tra fazioni sciite e sunnite, dietro cui si cela la lotta per l'egemonia regionale di Riad e[...]
Fallita la trattativa con i partiti politici di maggioranza, il gruppo ribelle sciita ha annunciato ieri la dissoluzione del Parlamento[...]
Interrotto il dialogo tra Houthi e i partiti di maggioranza in Parlamento e rinviata la seduta sulle dimissioni del presidente Hadi.[...]
La “guerra fredda” tra Iran e Arabia Saudita trova un altro campo di battaglia in Yemen. Un Paese tanto povero quanto strategico dal punto di vista geografico, su cui sono concentr[...]
Ieri sera Hadi ha detto di aver accettato molte delle richieste sciite, in cambio del ritiro dei miliziani da Sana’a. Gli Houthi confermano ma per ora restano.[...]
I miliziani sciiti, a bordo di veicoli militari, sostituiscono le guardie del presidente Hadi. Le Nazioni Unite chiedono il ripristino dell’ordine.[...]