logo


Dopo due mesi la campagna contro il sistema di tutela maschile non cessa: su Twitter e in una petizione in decine di migliaia chiedono di essere padrone della propria vita[...]
Nonostante la fama delle rivolte di cinque anni fa, la regione mediorientale è ancora la meno toccata dall'uso dei social media rispetto alla media mondiale. Crescono i meno "polit[...]
Raccomandazione al governo: costruite una nuova barriera al confine giordano. Ma il pubblico è impegnato a insultare la campagna #AskHamas[...]
La vendetta promessa dopo le elezioni si abbatte sulle opposizioni politiche e sociali: arrestati 5 poliziotti e attaccata la fabbrica simbolo della lotta dei lavoratori turchi.[...]
Oggi il premier ha detto di non voler rispettare la sentenza che lo obbliga a sbloccare il social network: “Che c’entra la libertà? È solo il prodotto di una compagnia commerciale”[...]
Dopo Twitter il governo oscura YouTube, colpevole di aver ospitato una registrazione in cui il ministro degli Esteri e il capo dei servizi pianificherebbero un attacco alla Siria.[...]
Ad una settimana dalle elezioni amministrative, il premier Erdogan tenta di sviare l’attenzione dagli scandali soffiando sul fuoco del conflitto con la Siria.[...]
L’annuncio di Erdogan di impedire l’uso di Twitter è stato infarcita di una buona dose di presunzione, come se censurare la Rete sia una passeggiata. di Benedetto Vecch[...]
Il premier tuona contro il social network (“Spazzeremo via Twitter”), poche ore dopo l’uccellino scompare da internet. Ma l’ironia del web non si lascia intimidire.[...]