logo


Ad Aleppo i “ribelli” prossimi alla sconfitta dialogano con Mosca che, però, non ha fretta. Nasce una nuova coalizione anti-Damasco, ma l’esercito avanza[...]
Demolita la separazione dei poteri: Erdogan ha trasformato i tribunali in strumenti di repressione: sospendono i media, incarcerano sindaci e deputati, inventano sentenze assurde[...]
Almeno 16mila persone fuggono verso le zone governative e kurde. Opposizioni prossime alla sconfitta ma gli Stati Uniti che le hanno armate restano in silenzio[...]
Il confronto tra Russia, Turchia e Usa si sposta ad al-Bab: Ankara punta a indebolire i kurdi e a rafforzare le opposizioni e la propria influenza su di loro[...]
Dopo l'accordo stipulato con Damasco sugli obiettivi dell'invasione, la Turchia è accusata di aver violato i patti continuando a sostenere le opposizioni ad Aleppo[...]
Non si ferma la macchina della repressione: all’alba raid nelle case dei professori della Yildiz Technical University. Il co-presidente Hdp Demirtas rifiuta di presentarsi alla pri[...]
Il presidente eletto Usa potrebbe modificare gli equilibri della guerra: Mosca aumenta la flotta militare, Ankara si mostra come forza anti-Isis[...]
Erdogan prosegue con la campagna epurativa delle opposizioni grazie al sostegno di una stampa e una magistratura purgate. Chiesto l’ergastolo per i 9 giornalisti del kurdo Ozgur Gu[...]
Alcuni piccoli esempi di come e perché il mondo politico si trova in relazioni con il mondo mediatico ed imprenditoriale, un reticolo con cui portare avanti campagne contro un par[...]
La prossima settimana sarà presentata la bozza ad un parlamento zoppo. Ankara se la prende anche con i repubblicani: il leader del Chp denunciato per insulti al presidente[...]