logo


Il premier rifiuta la proposta della Casa Bianca di un governo di unità nazionale. Tre guardie iraniane uccise al confine: Teheran avrebbe già inviato droni e equipaggiamento milit[...]
I riflessi dello sconvolgimento territoriale e politico in corso in Iraq sulle comunità curde nei Paesi vicini  di Francesca la Bella Roma, 26 giugno 2014, Nena News – Negli [...]
“Maybe we live and maybe we die” è l’ultimo report dell’organizzazione per i diritti umani. L’accusa è quella di assoldare minori di 14 anni nelle milizie che com[...]
Gli islamisti conquistano le frontiere con Siria e Giordania: ad Aleppo i miliziani a bordo di jeep americane in dotazione all'esercito iracheno. Gli Usa: "Governo di unità naziona[...]
Nelle zone sotto bombardamento non vengono risparmiati nemmeno gli ospedali. Scarseggiano medici, trattamenti e sicurezza in tutte le strutture sanitarie della Siria[...]
Confine sotto il controllo del Siil: ad Aleppo compaiono i primi veicoli militari iracheni. Gli sciiti si organizzano sotto la bandiera di al Sadr, altra minaccia ad un debolissimo[...]
Gli Usa sono pronti a compiere precise azioni militari, a condizione che Nouri al Maliki si faccia da parte. Ma il premier iracheno è il prodotto delle politiche di Washington nell[...]
L’Ayatollah non ha mai visto di buon occhio gli sciiti diretti in Siria, ma oggi comprende gli interessi strategici dei Paesi sunniti nel caos iracheno: fuorviante ridurre l’offens[...]
L'UNHCR: "Centinaia di soldati giustiziati". Ma dopo l'appello dell'Ayatollah al-Sistani, sciiti in fila per arruolarsi con Baghdad. "Tregua" tra jihadisti e curdi: l'Iraq diviso i[...]
Secondo i dati ONU, almeno 250.000 siriani sono a rischio immediato di fame. I lunghi assedi, i bombardamenti indiscriminati dell’esercito governativo e dei miliziani islamic[...]