logo


Washington preme su Rabat perché torni al tavolo con il Fronte Polisario entro l’anno. Le Nazioni unite invitano le parti a Ginevra il 5 dicembre, ma il Marocco ha già detto di no[...]
Stallo nel negoziato: Rabat vuole escludere Unione Europea e Unione Africana, più vicini alle istanze di autodeterminazione saharawi[...]
L'inviato speciale Koehler convoca il governo di Rabat e la Rasd dopo un aumento delle tensioni e in vista della conclusione della missione Minurso[...]
Dopo l'intervento dell’Onu, Rabat ha deciso di lasciare la zona, terra di nessuno per il Marocco, territorio liberato per il Fronte Polisario[...]
Tre giorni di lutto nazionale indetti dalla Rasd per la scomparsa del leader cubano che ne ha sempre sostenuto la lotta di liberazione[...]
Gli Usa stanziano aiuti per un programma a sostegno della società civile saharawi, ma non c'è consenso: finirebbero nelle casse di Rabat e legittimerebbero l'appropriazione del Sah[...]
Una distesa infinita di sabbia, un sottosuolo ricco di fosfati e una costa tra le più pescose al mondo. Il territorio occupato dal Marocco dal 1976 offre ben più di quello che l'oc[...]
La legittimità e l'ampio consenso di cui gode la monarchia si basano sui secoli di storia unitaria dei territori che oggi compongono il paese. Un sostegno indiscusso di cui pagano [...]
Le piogge torrenziali che si sono abbattute per oltre due settimane sull'Algeria sud-occidentale hanno acuito l'emergenza per i profughi che da 40 anni vivono nei campi gestiti dal[...]
Madrid ha chiesto a Rabat l'arresto e l'estradizione di 11 ex-funzionari di polizia marocchini, accusati di torture e omicidi di 500 saharawi dal 1975 al 1991. Una piccola luce su [...]