logo


Lo stato ebraico teme che Damasco possa restaurare l’autorità al periodo precedente la guerra civile siriana. Tel Aviv, in particolare, guarda con preoccupazione al Golan dove i gr[...]
Il capo dell’ufficio umanitario delle Nazioni Unite (Ocha), Stephen O’Brien, ha invitato la comunità internazionale ad agire “urgentemente”. Il presidente siriano Al-Asad propone [...]
Ad un anno esatto dall'ingresso militare della Russia, si parla di tregua ma non di dialogo politico. Le cause stanno nella forza di Mosca e la debolezza Usa, nelle loro agende dop[...]
Quali sono gli obiettivi delle potenze regionali e globali e perché i loro interessi non contemplano un cessate il fuoco. Escalation militare ad Aleppo: il governo lancia una nuova[...]
Nel mirino il bombardamento dei soldati siriani e quello del convoglio di aiuti ad Aleppo: le due super potenze si attaccano a vicenda ognuno con le sue prove[...]
Primo passo verso il coordinamento delle operazioni militari dei due paesi contro lo Stato islamico. Stabilita la fine dell’accerchiamento della zona Est di Aleppo da parte dell’es[...]
Due attentati in meno di 24 ore hanno causato oltre 30 vittime nei pressi di Baghdad tra ieri e oggi. 8 morti a Damasco (per colpi di mortaio lanciati dai ribelli), un bambino di d[...]
I morti sono almeno 56. I civili sono stati scambiati per uomini dell'Isis in fuga dalla zona di Manbij. I "ribelli moderati" decapitano un ragazzino di 13 anni[...]
Dopo due anni il governo taglia l'ultima via di rifornimento alla città per le opposizioni. Scontri in corso mentre si attendono i riflessi del tentato golpe in Turchia: Assad sper[...]
Esteso per altri due giorni il cessate il fuoco in città. Scuole riaperte, alcune famiglie tornano a casa. In Iraq, intanto, ucciso in un raid della coalizione internazionale un im[...]