logo


Sussulto all’Onu sulla Siria, dopo mesi di silenzio, ma la tregua non passa. La Russia ha preparato un piano di evacuazione per le opposizioni che rifiutano[...]
Ad Aleppo i “ribelli” prossimi alla sconfitta dialogano con Mosca che, però, non ha fretta. Nasce una nuova coalizione anti-Damasco, ma l’esercito avanza[...]
Almeno 16mila persone fuggono verso le zone governative e kurde. Opposizioni prossime alla sconfitta ma gli Stati Uniti che le hanno armate restano in silenzio[...]
La seguente esplorazione del paesaggio urbano di Aleppo tenta di spiegare le radici della crisi siriana in un quadro di simultaneità di rivalità settarie, strutture di potere e inf[...]
La seguente esplorazione del paesaggio urbano di Aleppo tenta di spiegare le radici della crisi siriana in un quadro di simultaneità di rivalità settarie, strutture di potere e inf[...]
Si apre a Losanna l’ennesimo tavolo del dialogo, senza siriani. Con il paese in fiamme le ultime mosse di Assad, Turchia e Stati Uniti fanno presagire un altro fallimento[...]
I combattimenti tra forze governative e i jihadisti e i bombardamenti aerei hanno messo in ginocchio le strutture sanitarie nella zona Est della città[...]
Collassato ogni tentativo, anche fittizio, di dialogo. Washington e Mosca alzano il livello del conflitto: gli Usa armano ancora le opposizioni islamiste, la Russia avanza via terr[...]
Sempre più violenti gli scontri tra governo e opposizioni che sanno di dover chiudere la partita prima di un altro evanescente accordo tra super potenze[...]
Anche gli islamisti accettano il cessate il fuoco ma restano al fianco di al-Nusra. Assad: «Riprenderò tutto il paese». Le potenze globali congelano la battaglia per portare avanti[...]