logo


Entro l’anno si vota in Consiglio di Sicurezza la proposta palestinese per il riconoscimento dello Stato. Critiche dentro Fatah. Tel Aviv prosegue con demolizioni e colonizzazione.[...]
A Roma il premier israeliano Netanyahu ha ribadito al Segretario di Stato Usa Kerry la sua contrarietà alla risoluzione palestinese che dovrebbe essere presentata domani al Consigl[...]
Oggi sarà il turno del Senato francese. Tensione alta nei Territori Occupati dopo la morte del ministro palestinese Ziyad Abu Ein avvenuta ieri durante gli scontri con i soldati is[...]
Poco prima che fosse sciolta la Knesset in vista delle legislative del 17 marzo, il governo Netanyahu ha approvato lunedì la legge anti-immigrati non dissimile alle due precedenti [...]
La strategia gradualista del leader palestinese, che soffoca la protesta nonviolenta contro l’occupazione, si adegua alla radicalizzazione di Israele.[...]
Salvo clamorose sorprese, termina oggi ufficialmente il terzo esecutivo Netanyahu. Analisi dell’attuale panorama politico israeliano di Roberto Prinzi Roma, 8 dicembre 2014, [...]
Israel commenced a policy of deportation against leaders and activists within the Palestinian political and social communities immediately following the occupation of 1967. This po[...]
Scelta stamattina la data del 17, ma l’ufficialità sarà stabilita solo lunedì. Ieri Netanyahu ha scaricato i ministri Livni e Lapid per le continue critiche all’operato[...]
Con 339 voti a favore e 151 contro, il parlamento francese ha votato il riconoscimento simbolico della Palestina come stato. Come nel caso inglese, irlandese e spagnolo, il risulta[...]
Ynet News pubblica la proposta di legge del Likud: deportazioni, demolizione di case e rifiuto del funerale per chi compie atti terroristici. L’Onu critica la politica di distruzio[...]