logo


L'esercito è sicuro, tra pochi giorni la città sarà libera. L'Isis colpisce con brutalità e dimostra di non aver perso: kamikaze a Diyala e attacchi a Kirkuk[...]
Restano poco chiari i contorni dell’attentato alla città santa dell’Islam che l’Arabia saudita sostiene di aver impedito venerdì scorso di Chiara Cruciati Roma, 2[...]
L'Arabia Saudita presenta a Doha una lista di 13 punti per ricucire i rapporti: tra queste la chiusura di al-Jazeera e della base turca e l'appiattimento sulle politiche di Riyadh[...]
Per Baghdad e Washington è «un crimine di guerra contro il popolo iracheno». Daesh imputa agli Usa la distruzione di al-Nuri, dove al Baghdadi proclamò il califfato[...]
In un rapporto dell’8 giugno, il segretario generale dell’Onu Guterres si sofferma sull’aumento progressivo di contatti tra Tel Aviv e i miliziani. Un legame già riferito dag[...]
Il ministero della difesa russo sta vagliando le informazioni dalla Siria: il leader dell’Isis avrebbe perso la vita in un bombardamento a fine maggio[...]
Dopo tre anni di occupazione Isis con clandestinità e stazioni «pirata», riaprono i negozi di dischi, i tassisti accendono la radio e il violino di Ameen ritorna a suonare[...]
Il conflitto tra petromonarchie e Iran si gioca sui tavoli della diplomazia ma anche sul campo. Riyadh sfrutta i pruriti bellici di Trump per impedire a Teheran di collegare Baghda[...]
Dopo il fallimentare programma di addestramento della Cia, l’Esercito Libero Siriano parla di nuove armi arrivate dagli Usa. L’obiettivo è il confine con l’Iraq e le milizie sciite[...]
Al recente vertice saudita, il presidente Usa Trump ha ribadito come la vera preoccupazione di Washington sia limitare l’Iran (“finanzia e addestra terroristi”) piuttosto che l’Is[...]