logo


Il conflitto yemenita palesa la sua globalità: la Marina di Washington colpisce tre radar controllati dai ribelli. Ma le azioni indirette erano già numerose, dalla guerra con i dro[...]
A fine settembre è stato raggiunto ad Algeri un accordo tra i Paesi OPEC per il taglio della produzione petrolifera. Un accordo fondato su interessi differenti e divergenti che ris[...]
Ottobre 2012. Il confine Siria-Turchia e la variabile curda. Dopo quattro anni questo stesso titolo rimane di grande attualità: l'analisi della componente curdo-siriana èindispensa[...]
E’ accusata di formazione e gestione di un gruppo illegale che “insisteva” per porre fine alla pena capitale. La protesta del premio Nobel Shirin Ebadi della reda[...]
Il cessate il fuoco regge, ma i convogli umanitari restano bloccati per mancanza di coordinamento tra governo e opposizioni. I “ribelli” scettici: il dialogo non riprenderà[...]
Al G20 Obama lamenta «mancanza di fiducia», ma quello che non c'è sono agende comuni: non si negozia il cessate il fuoco perché ogni attore ha interessi divergenti[...]
Secondo il quotidiano libanese As-Safir, i due ex nemici avrebbero trovato una convergenza sul prossimo futuro: la Turchia toglierà sostegno alle opposizioni nella città settentrio[...]
Il Pjak iraniano pronto a difendere i "fratelli" di Rojava, il confederalismo democratico rischia di muoversi verso est. E l'Iran discute con chi, come lui, combatte da anni l'auto[...]
I regnanti sauditi hanno ricevuto nuove minacce da Hamza bin Laden, figlio di Osama. La loro preoccupazione principale però è la guerra costosa e sanguinosa in Yemen che ha trascin[...]
La guerra in Yemen sembra non avere tregua. Anche se si dovesse giungere ad una pacificazione apparente tra Hadi e Houthi le radici del conflitto rischiano di non poter essere erad[...]