logo


L’esercito siriano minaccia ripercussioni dopo i razzi caduti sulla base aerea. Tel Aviv non commenta, ma non è la prima volta che interviene nella guerra[...]
Le difficoltà dell'alleato saudita nella regione hanno costretto il premier al dialogo. Una larga coalizione dove forte è il peso del movimento sciita[...]
Intervista a Francesco Mazzucoteli, docente di storia del vicino oriente all’Università di Pavia sul ruolo del “Partito di Dio” nel nuovo esecutivo libanese[...]
L’annuncio è arrivato nella serata di ieri. L’esecutivo, presieduto dal leader del Movimento Futuro, è composto da 30 ministri appartenenti a tutte le forze politiche dell’Assemble[...]
Ieri esplosioni contro i convogli avevano sospeso il trasferimento dei miliziani. Hezbollah: inclusi nell’accordo anche i villaggi di Fua e Kefraya e le città di Madaya e Zabadani[...]
L'aviazione di Tel Aviv centra un deposito del movimento libanese, ma l'opinione pubblica pro-governativa teme che le azioni di Netanyahu possano portare ad un'escalation [...]
Intervista alla docente Amal Saad Ghorayeb, dell'Università Libanese di Beirut. Il movimento sciita ha un ruolo decisivo in Siria e in altri Paesi del Medio Oriente. Per ragioni st[...]
L’esecutivo potrebbe avere 24 ministri distribuiti tra le varie forze dell’Assemblea Nazionale. Ma l’unità è solo apparente: i contrasti tra i vari partiti sono soltanto posticipat[...]
a fine ottobre è stato nominato il nuovo presidente libanese. L'elezione del cristiano Michel Aoun potrebbe ridefinire la posizione del Libano anche nelle più ampie dinamiche medio[...]
L’ex generale cristiano, stretto alleato del movimento sciita, è stato eletto in tarda mattinata capo dello stato. A favorirlo la svolta del leader sunnita Saad Hariri. Un pa[...]