logo


Ancora difficile dare un bilancio dei civili uccisi in tre edifici della città kurda: nell’ultimo palazzo sarebbero morte almeno 79 persone. Ankara parla di fine delle operazioni, [...]
Da 6 giorni 29 persone sono bloccate in una casa sotto il fuoco dell'esercito turco, già 4 i morti. Arresti di politici di opposizione e censura della stampa: sulle ceneri di Gezi [...]
Un gruppo di kurdi di Diyarbakir ha iniziato il primo gennaio uno sciopero della fame per riavere indietro i corpi dei propri cari uccisi dalla polizia[...]
Ankara stringe la morsa a sud est: oltre 200 civili uccisi da luglio. Ieri notte i tank hanno aperto il fuoco in zone residenziali. Manifestazioni di protesta in molte comunità[...]
Due morti a Diyarbakir durante le proteste contro i coprifuoco imposti dalle autorità turche nel Kurdistan turco nelle ultime due settimane. Continuano le tensioni tra Turchia e Ru[...]
La Turchia decide di affidarsi al Presidente Erdoǧan pur di evitare un altro periodo di instabilità e conflitti. Tuttavia, diverse questioni rimangono aperte e il concentramento de[...]
I segreti del successo del partito di Erdogan: controllo e censura di media considerati “ostili”, avvio di una campagna massiva contro i movimenti curdi dietro il paravento della l[...]
Nonostante la guerra al movimento kurdo, la repressione della stampa indipendente, gli arresti degli oppositori, il presidente Erdogan non ha modificato le preferenze[...]
L’Akp non risale nei sondaggi: cresce il timore di un intensificarsi delle violenze anti-kurde in chiave elettorale. Ieri notte feriti in due attacchi oltre 30 soldati. Raid aerei [...]
Decine di morti civili nel Kurdistan turco, violenza di Stato, attacchi senza precedenti alla stampa con oltre 140 giornalisti licenziati. Ma nonostante ciò nei sondaggi Erdogan no[...]