logo


Ucciso un mese fa, viveva nell’insediamento illegale di Havat Gilad. Ora riceverà fondi e permessi di costruzione: “Un cinico sfruttamento dell’omicidio”, dice Peace Now[...]