logo


L’uomo forte della Cirenaica fa sapere che i combattimenti continueranno finché non saranno “sradicati i gruppi terroristici”. Le sue forze, intanto, avanzano a Washka e Abugrein[...]
Inaugurando il gasdotto Turkstream, Turchia e Russia hanno invitato ieri le parti rivali libiche al cessate il fuoco entro la mezzanotte del 12 gennaio. Roma, intanto, riceve il ge[...]
Pronta per la riapertura del parlamento la mozione sul dispiegamento di soldati turchi sul terreno, a sostegno di al-Sarraj. «Se Dio vuole, la bozza passerà l’8 o 9 gennaio». Mosca[...]
Il governo sponsorizzato da Onu e Ue accetta l'offerta militare (interessata) di Ankara. Europa senza una posizione comune. Intanto il ministro degli Esteri Di Maio prepara l'incon[...]
Il ministro discute con Sarraj e Haftar di guerra. E sui migranti parla di training ai libici. Ma il conflitto non si ferma: le milizie pro-Gna chiedono rinforzi, a Sirte droni emi[...]
La Turchia promette armi e uomini a Tripoli, Egitto furioso. E l’Italia prova a tornare protagonista: Di Maio oggi a Bengasi, forse. Washington minaccia sanzioni, il sultano di chi[...]
Si allarga intanto lo scontro politico e diplomatico dopo l’accordo marittimo e militare tra Tripoli e Ankara che ha fatto arrabbiare anche la Grecia. Drammatica la situazione uman[...]
Scoperti tre Javelin anti-carro a Gharian, strategica postazione vicino Tripoli da poco persa dal generale cirenaico. Serraj denuncia la partecipazione di soldati di Macron all’off[...]
La peggiore strage di civili dall'inizio, tre mesi fa, dell'avanzata del generale Haftar su Tripoli. Lna e Gna si accusano a vicenda. Da giorni il leader cirenaico ha optato per i [...]
Intervista a Rachele Gonnelli, esperta di Libia di cui i media più seguiti riferiscono sempre meno. “Lo scontro Italia-Francia è una fake news, ora tutti appoggiano in qualch[...]