logo


A distanza di due anni dal fallito golpe, il premier turco Yildirim ha annunciato ieri la fine della misura d’emergenza che ha permesso alle autorità locali di arrestare migliaia d[...]
Inauguriamo oggi una nuova rubrica che si concentrerà sui rapporti tra i Balcani e il Medio Oriente. In questa prima puntata parleremo della visita di domenica del presidente turco[...]
Pene carcerarie dai due ai sette anni per 13 reporter e impiegati del quotidiano d’opposizione, tra cui il direttore Sabulcu, l’editore Altay, il giornalista investigativo Sik[...]
Almeno 200 vie di Istanbul cambieranno denominazione per lo più per la loro “associazione” con il religioso Fetullah Gulen, considerato dalle autorità turche la mente del fallito g[...]
Gli arresti dei sostenitori (veri o presunti) del religioso Gulen continuano a ritmo sostenuto: solo nell’ultima settimana la polizia ha arrestato 800 persone. Iniziato ieri il pro[...]
In manette dipendente del consolato americano, ingressi sospesi. Ma Erdogan non si ferma: ieri un secondo mandato d’arresto. Intanto i carri armati turchi entrano a Idlib. Già si p[...]
I 19 giornalisti del quotidiano di opposizione arrestati cinque mesi fa hanno ricevuto le richieste del procuratore. Accuse eterogenee e contraddittorie[...]
Ieri nel tribunale speciale di Sincan, completamente blindato, sono stati chiamati 330 imputati. Così l’Akp prepara il paese al referendum del 16 aprile[...]
Secondo Ankara, l’assassino dell’ambasciatore russo Karlov era affiliato al movimento dell’imam. Arrestata tutta la famiglia[...]
Non si ferma la macchina della repressione: all’alba raid nelle case dei professori della Yildiz Technical University. Il co-presidente Hdp Demirtas rifiuta di presentarsi alla pri[...]