logo


Nelle piazze del paese 670mila dipendenti pubblici e cittadini per l’aumento del salario. La più grande mobilitazione da 5 anni contro il governo accusato di riforme di austerity[...]
Il premier tunisino Chahed ha detto ieri che il cambio di 10 ministri “renderà il lavoro dell’esecutivo più efficace e metterà fine alla crisi economica e politica”. Parole che non[...]
Le storie di Abdel Ghani e Hussein sono quelle di milioni di egiziani: taglio dei sussidi e aumento dei prezzi rendono quasi inutile lavorare[...]
Ennesimo aumento delle bollette, parte delle politiche neoliberiste che Il Cairo esercita in cambio di 12 miliardi di prestito e della sistematica liberalizzazione imposta dal Fond[...]
Le dimissioni presentate ieri dal premier giordano, autore di una contestata flat tax, difficilmente placheranno le proteste nella capitale e in altre città [...]
Re Abdallah ha convocato oggi il primo ministro Mulki a cui imporrà le dimissioni dopo giorni di manifestazioni popolari contro le misure imposte dall’Fmi[...]
Un 32enne è morto giovedì a Jerada nelle “miniere della morte”, a dicembre avevano perso la vita due fratelli. Nella regione marginalizzata dal governo centrale migliaia tornano in[...]
All’ondata di proteste a pochi giorni dal settimo anniversario della rivoluzione, il governo risponde rifiutando alcuna manovra di aggiustamento della finanziaria “lacrime e sangue[...]
Al summit cinese il presidente egiziano esalta le riforme economiche dell'Fmi ma non cita i 20 milioni di poveri. Durante l'incontro con Putin, annunciata la finalizzazione dell'ac[...]
Dopo 15 ore dalle proteste nei vari governatorati, il ministro delle Forniture ha cancellato le previste riduzioni dei sussidi. Ma la questione strutturale e ideologica resta[...]