logo


In un testo approvato a larga maggioranza, l'Europarlamento prende di mira Hamas ed esorta l'esercito israeliano soltanto a una risposta proporzionata alle manifestazioni palestine[...]
Ankara avanza nella città curda, forte della sua superiorità militare e del silenzio internazionale. Le autorità turche parlano con insistenza di “safe-zone” al confine in cui sist[...]
In attesa della decisione della Casa bianca sull'accordo sul nucleare prevista per oggi o domani, a Bruxelles i leader europei ribadiscono l'intenzione di proteggerlo[...]
Il quotidiano Haaretz scrive che la protesta riguarda la confisca di strutture mobili e attrezzature che i Paesi avevano reso disponibili per le comunità beduine nell’area C,[...]
Migliaia di persone sono scese in piazza ieri ad Aden contro la decisione del presidente in esilio Hadi di licenziare il governatore “filo-Abu Dhabi” della città. I qa’edisti, inta[...]
Il ministro degli Esteri Shoukry a Washington. Tillerson: nuovi aiuti militari e sostegno economico. Aziende russe preparano la zona industriale di Mosca a Port Said[...]
Prima condanna per Demirtas: 5 mesi. Tolto lo status di parlamentare a Yuksekdag. La delegazione del partito va a Strasburgo per denunciare il massacro in corso a Nusaybin[...]
Nel 2016 quasi 171mila migranti sono arrivati nel Vecchio Continente dai paesi africani, 360mila gli arrivi totali. Scappano da guerre civili e nazioni ridotte alla fame[...]
Parla l'ex direttore di Cumhuriyet preso di mira dal regime turco: «Oggi Erdogan impone l'uomo solo al comando con la strategia della tensione e l'assenza di opposizione»[...]
L'Europa lancia segnali rassicuranti ma dagli Usa avvertono che il neo presidente non è vincolato all'intesa siglata nel 2015. Alla finestra Israele e Arabia saudita aspettano con [...]