logo


Ancora sole, le Unità di protezione popolare (Ypg) provano ad arrestare l’avanzata dello Stato Islamico. Sul ritardo dei combattenti curdi iracheni scambio di accuse tra i tu[...]
Tra questi anche l’ex capo dell’Intelligence di polizia Omer Altiparmak e l’ex vice capo della polizia di Ankara Lokman Kircili. Continua la repressione di Erdoga[...]
L’inviato delle Nazioni Unite Staffan de Mistura lancia l’allarme per la  cittadina siriana, un terzo della quale è ormai saldamente nelle mani dello Stato Islamico. Da[...]
Manifestazioni anti-Isis in tutto il paese. Il presidente è accusato di voler veder caduta la città siriana per poter attaccare Damasco. E su Ankara pesano i 180 jihadisti liberati[...]
Dopo silenzi e titubanze, Ankara autorizza l’azione militare contro lo Stato Islamico che ormai appare prossimo a conquistare Kobani. Ma il Pkk avverte: “se cade la città, cr[...]
While Turkey’s parliament has passed an authorization to send troops into Syrian or Iraqi territory, the country’s plans may not dovetail with those of the anti-Islamic[...]
I veri motivi del no alla partecipazione diretta di Erdogan alla “coalizione” anti-Isis guidata dagli Stati Uniti sono: il ruolo nell’addestrare l’Isis e la[...]
Continua la dura repressione del movimento islamista da parte delle autorità del Cairo. Intanto al “Palazzo di Vetro” di New York, il presidente turco attacca Egitto e Nazioni Unit[...]
Cinque attacchi stamattina a Kobani e ad al-Bukamal. Londra scalda i motori per entrare in guerra (ma forse solo in Iraq), mentre incerta resta la posizione turca. Kerry afferma ch[...]
Ankara pensa a una buffer zone lungo i suoi confini con la Siria e l’Iraq per difendersi dai jihadisti dell’Isil che un tempo servivano per sconfiggere il nemico al-Asa[...]