logo


Due morti in due giorni. Si allunga la lista delle vittime per mano della polizia. A pagare il prezzo più alto sono le minoranze del Paese. di Serena Tarabini Istanbul, 24 maggio 2[...]
Turkish Prime Minister Recep Tayyip Erdogan’s disastrous response to the Soma mining tragedy reflects a narrow and defensive approach to politics. Henri Barkey  Al-Monitor Roma, 20[...]
Il Paese si è infiammato in nome della giustizia e dei diritti dei lavoratori, mentre il premier Erdogan ha minimizzato l’accaduto. Ma il massacro di minatori è il risultato,[...]
La confederazione dei sindacati “Kesk” accusa il governo per la morte di 282 lavoratori. Ieri presa a calci l’auto del premier che si è  dovuto rifugiare in un supermercato.   AGGI[...]
Il bilancio continua a salire. L’accusa di un minatore: “Nessuna sicurezza a Soma”. Il Ministero: “Ispezione compiuta due mesi fa”. Le opposizioni attaccano Erdogan perché bocciò l[...]
Lunedì sera il Tribunale di Istanbul ha dato ragione agli attivisti che avevano chiesto l’annullamento del “progetto per la pedonalizzazione di Piazza Taksim” che prevedeva l[...]
Interviste a Arzu Çerkezoğlu e a Kivanç Eliaçık, rispettivamente Segretaria Generale e responsabile relazione con l’estero della DISK, Confederazione dei sindacati rivoluzionari, d[...]
Erdogan lo aveva promesso: “cortei e riunioni a Taksim il 1 maggio non saranno consentiti”. E così in una città blindata, al tentativo delle migliaia di manifestanti di rompere il [...]
Il governo Erdogan vieta le celebrazioni del primo maggio nella storica e simbolica Piazza Taksim ad Istanbul. Ma i sindacati rivoluzionari ribadiscono che non sottosteranno ad alc[...]
Per ogni carica politica un uomo e una donna. Nel Kurdistan turco si realizza l'uguaglianza di genere nelle assemblee elettive, voluta da Ocalan. La testimonianza di Zozan, dirigen[...]