logo


A due mesi dal massacro, centinaia di minatori della cittadina turca hanno protestato vicino al Parlamento per le promesse non mantenute dal governo. di Roberto Prinzi Roma, 17 lug[...]
Alle presidenziali del 10 agosto sarà il poco conosciuto Ekmeleddin Ihsanoglu il principale avversario del Premier turco Erdogan. Il terzo candidato è Selahattin Dermitas copreside[...]
Kenan Evren e Tahsin Sahinkaya condannati grazie alla legge di revisione costituzionale del 2010. Vittoria dell’Akp, che avverte gli oppositori: “La sentenza è un avver[...]
After the violence in Lice, are Turkey and the Kurdistan Workers Party (PKK) on a path to resumed violence? Cengiz Çandar  al-Monitor Roma, 10 giugno 2014, Nena News – The pr[...]
La repressione della polizia ha accompagnato le manifestazioni per l’anniversario dell’esplosione in Turchia di energie antagoniste connessa coi  fermenti che dall’Euro[...]
Despite the high hopes of the opposition, Turkish Prime Minister Recep Tayyip Erdogan is likely to survive the Soma disaster without any significant political loss. Pinar Tremblay [...]
Due morti in due giorni. Si allunga la lista delle vittime per mano della polizia. A pagare il prezzo più alto sono le minoranze del Paese. di Serena Tarabini Istanbul, 24 maggio 2[...]
Turkish Prime Minister Recep Tayyip Erdogan’s disastrous response to the Soma mining tragedy reflects a narrow and defensive approach to politics. Henri Barkey  Al-Monitor Roma, 20[...]
Il Paese si è infiammato in nome della giustizia e dei diritti dei lavoratori, mentre il premier Erdogan ha minimizzato l’accaduto. Ma il massacro di minatori è il risultato,[...]
La confederazione dei sindacati “Kesk” accusa il governo per la morte di 282 lavoratori. Ieri presa a calci l’auto del premier che si è  dovuto rifugiare in un supermercato.   AGGI[...]