logo


Almeno 39 morti in sette bombardamenti della coalizione avvenuti oggi su un campo militare nella capitale Sana’a. Il capo degli aiuti Usa, intanto, fa sapere che il blocco deciso d[...]
In una nota congiunta, Unicef, Programma alimentare mondiale e Organizzazione mondiale della sanità hanno lanciato l’allarme: “migliaia” di persone moriranno se l’embargo non verrà[...]
Jet della coalizione hanno compiuto ieri una nuova strage: questa volta nella provincia di Hajjah (30 i morti). I ribelli sciiti avvisano: “Attaccheremo porti e aeroporti dell’Arab[...]
Il blocco che fa capo all’Arabia Saudita ha annunciato oggi la chiusura dello spazio marittimo, aereo e dei confini terrestri del povero Paese arabo. L’Iran, accusato di essere die[...]
Il motivo: l’uccisione e la mutilazione di 683 bambini e per 38 attacchi documentati contro scuole e ospedali nel 2016. Nella lista confermata la presenza dei ribelli houthi, gover[...]
La ong statunitense accusa il blocco sunnita guidato da Riyadh di non rispettare il diritto internazionale e chiede alla comunità internazionale di inserirlo in una “lista della ve[...]
Situazione tesa a Sana’a dove gli scontri tra gli ex alleati ha causato sabato sera la morte di tre persone. La coalizione saudita si difende dal massacro di venerdì (14 civili ucc[...]
Colpito un hotel: 60 morti. Oggi sit-in contrapposti tra (ex) alleati: Houthi contro Saleh. Archiviato anche l’asse tra presidente Hadi e secessionisti, mentre Riyadh pensa all’exi[...]
Il raid è stato compiuto ieri nella provincia di Taiz. Il blocco sunnita, inoltre, ha anche impedito l’ingresso di un aereo Onu che trasportava operatori umanitari e 3 giornalisti [...]
Secondo i ribelli sciiti, il diplomatico Shaykh Ahmad non è persona “adatta” a risolvere il conflitto perché “faziosa”. L’Organizzazione mondiale della sanità, intanto, lancia l’al[...]