logo


Ieri la Knesset ha approvato un disegno di legge “ripulito”: si legalizzano gli outpost ma senza diritti di proprietà. La colonia-simbolo resta fuori, ma si mantiene l’impianto col[...]
Con il paese che brucia da tre giorni e il fuoco che ha ormai raggiunto anche la Cisgiordania, ministri e parlamentari sfruttano l’occasione per ribadire di essere sotto attacco[...]
I sondaggi sono un’industria crescente, ma invece di cambiare un sistema disfunzionale, i risultati sono spesso usati come mero strumento politico[...]
Due giovani uccisi in due giorni tra Nablus e Hebron perché accusati di voler aggredire i soldati israeliani. Da un sondaggio emerge la voglia di unirsi alla Giordania[...]
In italiano, pubblicato da Donzelli Editore, il libro dell'organizzazione israeliana Breaking the Silence con i racconti dei soldati su quanto accade ogni giorno nei Territori occu[...]
Le autorità israeliane intensificano le restrizioni sul passaggio di palestinesi da e verso Gaza, tenendoli separati dalla Cisgiordania[...]
Il ministro dell’istruzione israeliano ha detto ieri che è un “grande errore” la creazione di uno stato di Palestina nei confini del 1967. Il Comitato dei prigionieri palestinesi, [...]
Palestinesi e le organizzazioni anti-insediamenti sostengono che la loro legalizzazione retroattiva è un sistematico tentativo di sovvertire la mappa della regione[...]
La pulizia etnica legittimata dallo Stato e le violazioni dei diritti umani sono quello che permette ai coloni ebraici di occupare terre[...]
Rigettato ieri l’appello dell’Associazione dei medici israeliani (Ima) e di diverse associazioni per i diritti umani. La sinistra: “è una legge crudele e immorale”. Proteste, intan[...]