logo


Le indiscrezioni sono state ieri diffuse dalle emittenti Ennahr ed el-Bilad. Intanto, formato un nuovo governo ad interim: mantiene la carica di vice-presidente il generale Salah c[...]
Partiti, sindacati di Stato ed esercito tentano di salvare se stessi sacrificando il presidente. L'intervento del capo di stato maggiore che ne chiede la destituzione ha già provoc[...]
Tredici sigle sindacali hanno respinto l’invito del neo primo ministro Bedoui a partecipare agli incontri per la formazione di un nuovo governo. A intervenire nel dibattito politic[...]
Le opposizioni riescono a unirsi e chiedono insieme il ritorno alle urne. Ieri in piazza gli insegnanti, prevista per domani una nuova mobilitazione di massa[...]
Il presidente ha detto ieri pomeriggio che sarà convocata una conferenza nazionale “inclusiva e indipendente” che entro la fine dell’anno presenterà una nuova costituzione e stabil[...]
Iniziata ieri la serrata generale: scuole chiuse, università occupate, negozi sbarrati. Nelle zone industriali e i porti del paese gli operai incrociano le braccia. Intanto il pres[...]
In un discorso scritto, l’anziano e malato presidente algerino ha invitato i manifestanti a stare attenti alle “forze interne ed esterne” che vogliono destabilizzare il Paese. Ma l[...]
Proteste ormai ininterrotte in tutto il paese, in strada ancora gli studenti. I manifestanti rigettano le promesse di Bouteflika e la strategia della paura, ma non guardano più nem[...]
Oggi nuove manifestazioni contro il quinto mandato presidenziale di Bouteflika dopo una settimana di marce in tutto il paese. Ieri arrestati e poi rilasciati i giornalisti contro l[...]
Quinto giorno di proteste nel Paese contro l’anziano leader algerino che a giorni ripresenterà la sua candidatura per le presidenziali del 18 aprile. Ma dall’entourage del presiden[...]