logo


La Bahri Yanbu è partita dal terminal militare Usa Sunny Point e ha caricato munizioni ad Anversa. Ong e portuali si mobilitano: «Una qualche autorità italiana dovrebbe salire a bo[...]
Le vittime, afferma Riad, facevano parte di una “cellula terroristica”. La monarchia, intanto, fa sapere che due sue petroliere sono state attaccate lungo le coste degli Emirati Ar[...]
Secondo uno studio dell’Istituto Sipri di Stoccolma, la regione mediorientale è quella che vanta la spesa militare più alta rispetto al prodotto interno lordo. Per gli 11 paesi del[...]
Da tempo utilizzate nei più gravi conflitti mondiali, le armi di Sarajevo, grazie all'intermediazione dei paesi del Golfo, liberano almeno formalmente i paesi dell'Unione Europea d[...]
L’Alta Commissaria delle Nazioni Unite Bachelet ha espresso ieri la sua “preoccupazione” per l’arresto e presunta tortura delle 10 donne dissidenti. La Germania, intanto, estende i[...]
Secondo Agnes Callamard, relatrice speciale delle Nazioni Unite sulle esecuzioni extragiudiziarie, i sauditi starebbero anche “seriamente ostacolando” le indagini. Parlamentari dem[...]
A tre anni dal sequestro di Giulio Regeni e a otto dalla rivoluzione di piazza Tahrir, un rapporto Ue svela l'enormità del business militare tra Roma e Il Cairo[...]
Dal 1 novembre 600 persone sono state uccise nei combattimenti avvenuti in città tra la coalizione saudita e i ribelli houthi. L’Onu ribadisce la necessità di riaprire i negoziati [...]
La Striscia di Gaza è sempre più il luogo dove Tel Aviv sperimenta le sue armi più mortali che poi esporta all’estero. Un business redditizio: l'industria militare israeliana misur[...]
Nella rubrica dedicata ai paesi balcanici oggi trattiamo la questione dell'industria militare, in costante proliferazione dopo l'inizio della guerra in Siria[...]