logo


La seguente esplorazione del paesaggio urbano di Aleppo tenta di spiegare le radici della crisi siriana in un quadro di simultaneità di rivalità settarie, strutture di potere e inf[...]
Dura controffensiva delle opposizioni: con missili e kamikaze occupano parte dei quartieri governativi. A Mosul le milizie sciite attaccano da ovest, mettendo in pericolo i piani t[...]
La Turchia insiste nel voler partecipare all'offensiva per strappare all'Isis la città irachena e afferma di aver bombardato postazioni dei jihadisti. Baghdad e i peshmerga curdi s[...]
Il premier al-Abadi ha annunciato stanotte l’inizio delle operazioni militari per riconquistare la “capitale” irachena dello Stato Islamico. Ma l’estremismo islamico non sta a guar[...]
Nella battaglia decisiva è il conflitto a mantenere vivi gli interessi esterni. Usa: fine del dialogo con la Russia. L’Isis spadroneggia: strage ad Hasakah[...]
Il capo dell’ufficio umanitario delle Nazioni Unite (Ocha), Stephen O’Brien, ha invitato la comunità internazionale ad agire “urgentemente”. Il presidente siriano Al-Asad propone [...]
I combattimenti tra forze governative e i jihadisti e i bombardamenti aerei hanno messo in ginocchio le strutture sanitarie nella zona Est della città[...]
Ad un anno esatto dall'ingresso militare della Russia, si parla di tregua ma non di dialogo politico. Le cause stanno nella forza di Mosca e la debolezza Usa, nelle loro agende dop[...]
Collassato ogni tentativo, anche fittizio, di dialogo. Washington e Mosca alzano il livello del conflitto: gli Usa armano ancora le opposizioni islamiste, la Russia avanza via terr[...]
Sempre più violenti gli scontri tra governo e opposizioni che sanno di dover chiudere la partita prima di un altro evanescente accordo tra super potenze[...]