logo


Tamer Wageeh, attivista, nell’anniversario del colpo di Stato di al-Sisi del 2013: «Dall’aprile scorso in piazza le nuove e diverse opposizioni al militarismo neoliberale del regim[...]
Chiedevano il minimo salariale e l'assicurazione sanitaria insieme a 2500 colleghi. Sono stati accusati di incitamento allo sciopero. La società civile si è incontrata per esprimer[...]
«Ammazzato come un egiziano», dicono gli attivisti. Perché al Cairo di tortura si muore e solo i racconti dei sopravvissuti riescono a dare la misura delle violazioni nelle prigion[...]
Una corte amministrativa annulla l'accordo di cessione di Tiran e Sanafir all'Arabia Saudita per cui migliaia di manifestanti erano finiti dietro le sbarre[...]
Le aree rurali e più povere, a secco da due settimane, scendono in strada chiedendo una soluzione. Inflazione stellare, infrastrutture carenti e assenza dello Stato: la crisi idric[...]
Una campagna raccoglie le storie dei prigionieri politici di al-Sisi, aumentati del 300% dai tempi di Mubarak. La paranoica dittatura dell'ex generale, intanto, costruisce l'undice[...]
Le rivalità tra i servizi militari, generali e del Ministero dell'Interno si fondano sul nuovo equilibrio interno: l'esercito è la vera élite di governo. Che al-Sisi ora premierà c[...]
Delle misure promesse dal governo nemmeno l'ombra: Roma e Il Cairo chiudono il capitolo Regeni. E quello della repressione interna: a proteggere al-Sisi c'è la Ue[...]
Amnesty denuncia la vendita di armi all'Egitto da parte di numerosi Paesi europei nonostante la e le gravi violazioni dei diritti umani in atto[...]
E’ l’ultima mossa in un giro di vite in corso da parte del regime di Abdel Fattah el Sisi contro i media e la libertà di espressione della redazione Roma, 26 maggio 201[...]