logo


Al-Zahawiri approva la decisione del braccio siriano. Il capo al-Jolani mostra il suo volto per la prima volta come forma di legittimazione: non più gregario della rete globale, ma[...]
Si attende l'annuncio da parte del leader al Jolani. I qaedisti siriani, simili all'Isis, credono che il cambiamento porterà Usa ed Europa a non considerarli più terroristi[...]
Tredici anni dopo il paese è preda di estremismi e settarismi. La lunga lista della barbarie: il fosforo bianco su Fallujah, gli abusi di Abu Ghraib, mezzo milione di morti e milia[...]
Occupata per qualche ora la base militare all’aeroporto di Aden. Nel vacuum istituzionale, avanzano i jihadisti e arretra ancora il dialogo tra governo e Houthi[...]
Entrambi gli schieramenti radicali sono in una fase di lotta per l’egemonia sui militanti radicali e cercano di alzare il livello di terrore sia nei paesi musulmani che in Occident[...]
L’attacco di due giorni è figlio del wahabismo e del salafismo mentre Obama declassifica parte dell'inchiesta sull'11 settembre che fa emergere responsabilità saudite[...]
In un messaggio audio rilasciato ieri, il leader dell'organizzazione radicale islamica, Ayman az-Zawahiri, ha chiesto l'unità di tutti i "mujahedin" per combattere "i russi e i cro[...]
L'ex vicedirettore di Famiglia Cristiana prova a smontare l'accusa di Skynews secondo la quale il presidente siriano si sarebbe messo d'accordo con l'autoproclamato Stato Islamico[...]
L'organizzazione paga in termini di popolarità lo scontro con i rivali dell'Isis. Ma la sua rete è sempre ben diffusa tra Asia e Africa ed è particolarmente forte in Yemen e Siria[...]
Dopo l’ennesima strage di civili (oltre 30 morti in un raid saudita contro un mercato) Onu e Amnesty denunciano le violazioni. Ma ad avanzare sono i qaedisti, con l’indiretto soste[...]