logo


Gli Stati Uniti, secondo il quotidiano arabo, vogliono che la Russia accetti il completo ritiro dell’Iran dalla Siria, in accordo con quanto chiede con forza Israele della re[...]
Da dieci giorni la controffensiva governativa sul sud del paese si è intensificata: raid aerei e ora operazione terrestre. Decine di migliaia di persone stanno scappando[...]
Nella notte nuovo attacco di Tel Aviv sulla capitale siriana. Da mesi l'intervento militare dello Stato ebraico si è intensificato, forte del sostegno dell'amministrazione Trump[...]
Esce in Italia il libro di Lower Class Magazine, un lungo reportage dal Kurdistan che ha al centro l'analisi degli strumenti del confederalismo democratico[...]
Il bombardamento di domenica attribuito da un funzionario Usa all'aviazione israeliana: è la prima volta che lo Stato ebraico colpisce così lontano. Il consigliere per la sicurezza[...]
Ivan Grozny Compasso ci porta a Kobane a tre anni dalla liberazione della città dalla presenza dello Stato Islamico (Is). La città prova a ritornare alla normalità, ma pesano le mi[...]
I curdi pronti a colloqui senza precondizioni con il governo, naturale risposta all'intesa tra Stati uniti e Ankara che si sono unilateralmente presi la città di Manbij[...]
Cominciano a tornare a Raqqa gli abitanti della città che dal 2014 al 2017 è stata nota come la capitale dello Stato Islamico in Siria. Ma al posto delle case trovano macerie[...]
Jet probabilmente russi hanno ucciso ieri almeno 40 persone nelle provincia islamista di Idlib, nel nord ovest del Paese. A sud, invece, a Sweida, 22 militari pro-Asad sono stati u[...]
Accordo tra Washington ed Ankara: via le Ypg/Ypj dalla città liberata dall'Isis. Il doppiogiochismo statunitense serve i progetti di zona cuscinetto di Erdogan. Intanto l’organizza[...]