logo


Nuovo appuntamento con la rassegna curata da Maria Rosaria Greco in collaborazione con il Centro di Produzione teatrale Casa del Contemporaneo a Salerno[...]
Il racconto delle manifestazioni, da giovedì scorso a oggi. Nelle piazze del paese nessuna bandiera di partito, presenti tutte le classi sociali, religiose e politiche, unite dalla[...]
L’esecutivo è chiamato a decidere sul piano di risanamento economico del primo ministro Hariri. La piazza è scettica, non crede a un cambiamento di rotta. “Non decidera[...]
Il ritiro rientra all’interno dell’accordo di cessate il fuoco raggiunto lo scorso giovedì tra Ankara e Washington. I ribelli islamisti sostenuti dalla Turchia però protestano: “No[...]
Intervista alla co-presidentessa del Congresso nazionale del Kurdistan: «Sanzioni e una no-fly zone in Siria del nord. L’accordo Sdf-Damasco dovrà tradursi in soluzione politica»[...]
Prosegue la protesta dei libanesi che manifestano, più numerosi e più disperati, contro per il carovita, le tasse governative, la corruzione dilagante e tutta la classe dirigente d[...]
E’ stata ritirata su richiesta del primo ministro Saad Hariri ma il passo indietro non ha bloccato le manifestazioni che si sono trasformate in una protesta generale contro i[...]
Siriani filo-Erdogan da una parte, curdi dall’altra. Il leader siriano si gode i frutti politici generati indirettamente dall’operazione turca di Michele Giorgio  Roma,[...]
Trump «restituisce» a Erdogan la zona cuscinetto. Ma ora è piena: ci sono russi e siriani. E le Ypg/Ypj avevano già lasciato la safe zone un mese fa. Attesa per la reazione di Puti[...]
Il traguardo è il pugno di ferro con la Siria, l’Iran e i suoi alleati. Il presidente israeliano però sembra avere alcuna voglia di raggiungerlo e in casa israeliana è scattato l’a[...]