logo


A fronte di un passato in cui Haftar è stato un personaggio cardine delle dinamiche del paese nordafricano la scelta del successore acquista una valenza di ampia portata[...]
A sparare i primi missili fu il presidente francese, impaziente di provocare la caduta del regime libico [...]
La ong statunitense sostiene che indire delle elezioni quest’anno è sbagliato perché le autorità locali non possono garantire la libertà di adunarsi e quella di espressione. Le Naz[...]
A sette anni dall'inizio della guerra civile, la Libia si prepara al voto. Il futuro ha però ancora molte incognite e le possibilità di uscita dalla crisi non sono elevate[...]
Il 17 dicembre cadeva il secondo anniversario degli accordi di Skhirat che portarono alla nomina di Sarraj. A due anni di distanza la ricomposizione tentata sembra molto lontana[...]
Ucciso il sindaco di Misurata, scontri a Sirte tra le milizie della città e gli uomini del generale ribelle. Anche Saif al-Islam vuole correre alle elezioni-fantasma. Intanto in Eg[...]
Il disequilibrio libico e la lotta tra le diverse fazioni presenti nel Paese hanno in primo luogo un effetto diretto sulla popolazione locale con un peggioramento progressivo e rad[...]
Il leader di Hezbollah rompe il silenzio e accusa la monarchia Saud di spingere Israele ad attaccare il Libano. Resta il mistero intorno al premier libanese Hariri che resta a Riya[...]
L'azione di Italia e Europa mira a pacificare l'area per permettere la ripresa degli investimenti esteri e consentire di spostare il problema migratorio dalla costa nord a quella s[...]
Gli immigrati sono detenuti in celle sovraffollate, con scarsa luce naturale e ventilazione e con un inadeguato numero di latrine o bagni. Per loro non è previsto alcun processo le[...]