logo


Aggrediti 70 rappresentanti di partiti laici e di sinistra, riuniti per la rottura del digiuno, in un paese sempre più povero dove il mese sacro è specchio dei non-risultati del re[...]
Dopo un anno di proteste dei residenti, il governo pubblica un decreto con cui annuncia la creazione di un nuovo centro a Warraq sul Nilo[...]
Hazim Abdelazim, ex ministro di Mubarak e nel 2014 a capo del comitato giovanile per l’elezione dell’attuale presidente, è diventato uno dei più duri critici del regime[...]
Iniziata nel 2014 la barriera di 14 chilometri è in fase di ampliamento. Già migliaia le case distrutte e i civili costretti a fuggire in nome della “lotta al terrorismo”[...]
Shadi Ghazaly Harb è in carcere da ieri perché accusato di aver insultato le istituzioni statali e per aver pubblicato “notizie false” sui social media. Venerdì era stata arrestata[...]
Nuovi arresti per proteste per i rincari dei biglietti della metro, altro duro colpo ai magri stipendi degli egiziani. Diventa strutturale la misura della custodia cautelare[...]
Motivo? Racconta una mobilitazione di cittadini poveri e marginalizzati in cerca di giustizia ‎che ricorda troppo la rivoluzione del 2011[...]
L’associazione internazionale pubblica un rapporto nel quale denuncia la pratica dell’isolamento dei prigionieri politici: carenza di cibo e acqua, condizioni igieniche terribili[...]
Il giovane è stato portato via ieri da agenti in borghese, la procura nega di averlo in custodia. La pratica delle sparizioni forzate è diventata pilastro della repressione del reg[...]
Lo “Zidane egiziano” è stato di nuovo inserito ieri nella lista dei terroristi: è accusato di aver finanziato i Fratelli Musulmani. Reporter senza Frontiere, intanto, denuncia: “La[...]