logo


Medio Oriente. Il duro prezzo pagato dalle mogli dei miliziani islamisti nei tribunali di Iraq e Siria del nord. Almeno 4.500 le donne arrivate da tutto il mondo. I Paesi di origin[...]
Esplosione in volo, sei morti e decine di feriti. Tra loro i vertici dell'esercito e dell'intelligenge del governo ufficiale[...]
Raid delle forze speciali nella provincia orientale di Qatif. Allarme per Fahad al Butairi e Loujain al Hathloul svaniti nel nulla di Michele Giorgio Roma, 10 gennaio 2019, Nena Ne[...]
La petromonarchia, un mix di conservatorismo religioso e patriarcato misogino e razzista, resta interlocutore privilegiato di quella parte di mondo, l'Occidente, che si finge balua[...]
 I due paesi hanno stabilito negli ultimi decenni una sempre più intensa cooperazione politico-economica. Ma la politica contro Tehran  dell’amministrazione Trump mette discu[...]
Ieri il parlamento iracheno ha nominato altri 3 ministri, ma manca l’accordo ai dicasteri più importanti: quello della difesa e degli interni. L’impasse politica va avanti come nel[...]
Entrato in vigore ieri il cessate il fuoco, ma si registrano scontri sporadici. Da oggi l'Onu dovrebbe monitorarne la tenuta. Alzano la voce i separatisti meridionali, esclusi dai [...]
Con un 56 a 41 passa la risoluzione di Sanders e Lee che chiede la fine del coinvolgimento Usa nella guerra in Yemen. Ora la palla alla Camera che dopo il midterm è a maggioranza d[...]
I ribelli sciiti e il governo yemenita sostenuto dall’Arabia Saudita hanno raggiunto ieri un accordo che potrebbe portare ad un clima più distensivo in vista dei negoziati politici[...]
INTERVISTA  al direttore dei progetti di Un ponte per… l’ong italiana che opera nel nord della Siria e dell’Iraq. In questi giorni a Dohuk, Chirico riferisce che [...]