logo


The ISIS-led insurgency currently gripping the western and northern regions of Iraq is but a continuation of the imperialist-sponsored insurgency in neighboring Syria. A fight betw[...]
Gli Usa sono pronti a compiere precise azioni militari, a condizione che Nouri al Maliki si faccia da parte. Ma il premier iracheno è il prodotto delle politiche di Washington nell[...]
La storia del giovane talento del calcio iracheno Ali Adnan, conteso da vari club europei, inclusa la Roma, che ha scelto di tornare nel suo paese per combattere contro i jihadisti[...]
Cifre che non si sentivano dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. Un incremento dovuto principalmente al conflitto in Siria e alle crisi in Repubblica Centrafricana e Sud Sudan.[...]
Ottimo per accompagnare i piatti a base di pesce, questo contorno derivato dai semi di sesamo bianco è anche molto nutriente, ricco di vitamine, potassio, magnesio, calco. Non manc[...]
Ieri mentre i qaedisti mettevano le mani sulle raffinerie di Baiji, Baghdad ha richiesto ufficialmente a Washington di ordinare all’aviazione attacchi ai miliziani dello Stat[...]
I jihadisti sono funzionali alla strategia statunitense di demolizione degli stati attraverso la guerra coperta. L’obiettivo di Washington non è la difesa, ma il controllo de[...]
L’Ayatollah non ha mai visto di buon occhio gli sciiti diretti in Siria, ma oggi comprende gli interessi strategici dei Paesi sunniti nel caos iracheno: fuorviante ridurre l’offens[...]
L’esercito avrebbe respinto l’attacco, ma l’Isil avanza. Usa: “Nessun accordo militare con Teheran”. Si muove la Turchia, preoccupata per i propri interessi interni, business e sic[...]
The process of forgetting Iraq has taken—and will continue to take—a great deal of effort and organization, since what is being forgotten involves a decade of mass violence and war[...]