logo


In ripresa dopo anni di conflitto, proprio mentre i membri OPEC programmano tagli alla produzione, la Libia spera in una deroga per continuare a far crescere la produzione e l'espo[...]
Fathi al Majbari è stato «punito» per le sue ultime dichiarazioni a sostegno del generale Haftar. Si è immischiato nella battaglia per il controllo del petrolio[...]
Distrutti due grandi serbatoi per lo stoccaggio del greggio a Sidra e Ras Lanuf. Gli uomini di Haftar accusano l'Italia di voler destabilizzare il paese[...]
Baghdad taglierà il budget alla città contesa con Erbil. Mandati d’arresto per gli organizzatori del referendum kurdo sull'indipendenza. Lievitano i prezzi di pistole e granate[...]
Lavoro nero. Esplosione in miniera: morti 35 operai, altrettanti sotto le macerie. L'ennesima tragedia in un paese affamato di energia diversificata e su cui pesa il nodo del nucle[...]
Al Molla da Ravenna annuncia una visita della Procura di Roma al Cairo i primi di aprile, mentre al-Sisi incontra di nuovo Descalzi. Per le aziende italiane, il paese è una miniera[...]
Dopo molti mesi di battaglia, Sirte è caduta. I militanti dello Stato Islamico hanno dovuto lasciare la città che è così tornata sotto il controllo del Governo centrale. La fine de[...]
Raggiunta ieri a Vienna l’intesa. Entrerà in vigore a gennaio. I barili di greggio prodotti al giorno diventeranno 32,5 milioni (1,2 milioni in meno rispetto a quelli attuali)[...]
Dopo la ventata di ottimismo data dall'accordo di Algeri, il prezzo del petrolio ha ricominciato a scendere. Il ruolo di Ryad in questo contesto di disequilibrio è centrale e rigua[...]
La dinamiche libiche sono tali che, anche quando si parla apertamente di intervento internazionale, non è detto che questo avvenga. Il bilanciamento delle alleanze potrebbe portare[...]